La dieta Fodmap contro la colite

Riso

Colite: vinci i sintomi con la dieta FODMAP che sgonfia la pancia.

°Occhio ai carboidrati che metti nel piatto. Alcuni di questi potrebbero irritare l’intestino.

Occorre ridurre i cibi che attirano acqua nel tratto intestinale, ovvero quelli che contengono determinati carboidrati che fermentano e creano gonfiori.

Le novità dal mondo della scienza:

°Un gruppo di ricercatori della Monash University (in Australia) ha studiato il problema della pancia gonfia e dei dolori addominali (due sintomi tipici della colite) e ha messo a punto un programma in grado di contrastarli entrambi in modo efficace. Gli scienziati hanno inividuato alcuni carboidrati detti FODMAP ( Fermentable Oligo-di and Mono-saccaharides And Polyols), che in persone sensibili creano problemi collegati alla sindrome del colon irritabile. Questi carboidrati sono: lattosio, fruttosio, fruttani, polialcoli, e galattani. Una dieta che ne contenga pochi allevia tutti i sintomi della sindrome del colon irritabile.

Dove si trovano i FODMAP

°Lattosio: latte, formaggi freschi, yogurt ( anche se presente in quantità ridotta) e alimenti che lo possono contenere come additivo ( salse, sughi, prosciutto cotto ecc.)

°Fruttosio: frutta, succhi di frutta, miele, zucchero (è costituito da glucosio e fruttosio) e tutti gli alimenti che lo contengono.

°Fruttani: cereali e derivati (quelli che contengono glutine ne sono più ricchi), carciofi, scalogno, cipolla, cicoria e topinambur.

°Polialcoli: sorbitolo, mannitolo, isomalto, sciroppo di glucosio, maltitolo, lactitolo, xilitolo, eritritolo, arabitolo, iditiolo.

°Galattani: legumi, (lenticchie, ceci, fagioli e fave). Fagiolini e piselli sono consentiti.

Il riso bianco è meno tollerato, da preferire il riso integrale perché più adatto in quanto consente di prevenire i gonfiori e dolori addominali a differenza dei cereali raffinati e le farine bianche.

IL SEGRETO STA nel ridurre il consumo dei cibi fodmap per almeno 6-8 settimane.


° Tra i cereali, preferisci il riso e l’avena. Tra la frutta, banane, kiwi, mandarini, ananas. Tra le verdure, cavolo cinese, lattuga, zucca, spinaci, finocchi, carote. Tra i derivati del latte, grana e parmigiano e, al posto del latte, latte di riso, di avena o di mandorle. Le patate, le mandorle, le nocciole e le noci sono consentite, i pistacchi vietati. Non consumare caramelle o gomme da masticare con polialcoli. No allo zucchero e ai cibi che lo contengono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *